Nasce a Taranto il nuovo Ionian Shipping Consortium

Ship 2 Shore

Per contrastare la parabola discendente del porto di Taranto, un gruppo di aziende che svolgono attività di agenzia marittima ha costituito lo Ionian Shipping Consortium (IscI). In una nota si legge che il consorzio nasce grazie all’impegno e alla determinazione di un gruppo di società che, vista l’attuale situazione di stallo e crisi della attività all’interno dello scalo marittimo ionico, hanno deciso di creare un solido e credibile sodalizio, con l’intento di intercettare tutti quei flussi di traffico mercantile, che possono restituire dignità e rispetto alle componenti professionali e imprenditoriali più attive presenti in città. “Con spirito propositivo e grande entusiasmo, il neocostituito consorzio si proporrà a tutte quelle committenze, grandi e piccole che siano, che intendano operare utilizzando i servizi dello scalo tarantino, nella certezza assoluta che il nostro territorio sia in grado di competere ai livelli più alti della moderna economia del mare” prosegue ancora la comunicazione. “Dopo la fase costitutiva, il consorzio sarà aperto all’adesione di chiunque operi nel settore marittimo-portuale e che conservi stimoli ed interesse a unirsi al gruppo di aziende fondatrici, per la creazione di un vero e proprio polo marittimo d’eccellenza al sud”.

 

Il consorzio nasce su iniziativa di cinque società storiche attive nel porto di Taranto attive principalmente nel ramo dell’agenzie marittime e del brokeraggio: Barion Srl, M-Log Italia Srl, Mantua & De Iacovo Shipping, Pentashipping Srl e la Melucci Shipping Srl. Altrettante agenzie marittime, due case di spedizioni e due imprese portuali hanno già manifestato l’intenzione di aderire al consorzio in parola.

Presidente di Ionian Shipping Consortium è stato nominato Rinaldo Melucci, amministratore unico della Melucci Shipping. Proprio il neoeletto presidente del consorzio spiega che “ciascuna azienda coinvolta possiede un proprio background commerciale e un differente know-how operativo, tuttavia sostanzialmente discutiamo di agenzie con spiccata propensione alla gestione delle merci alla rinfusa, sia solide (prodotti siderurgici, cemento, zolfo, biomasse) che liquide (prodotti petroliferi ed oli vegetali), e in parte interessate al traffico unitizzato del locale terminal container e della nascente piastra logistica. Tutti i citati operatori aderiscono al circuito confindustriale ovvero alle principali associazioni nazionali e internazionali di settore. E hanno una proficua e consolidata esperienza diretta con le più importanti trading company ed i più grandi noleggiatori che scalano il porto di Taranto”.

Melucci, nel presentare il neonato Ionian Shipping Consortium, aggiunge poi che “tra gli scopi essenziali del progetto, oltre a quello di sviluppare virtuose sinergie, nel tentativo di mantenere inalterati i livelli occupazionali in questa fase di congiuntura particolarmente negativa, c’è quello di offrire alla grande committenza locale una più elevata cost efficiency, a parità di performance, con la esplicita ambizione di giungere a divenire partner e non meri fornitori dei player in questione. Inoltre, da un punto di vista più prettamente intellettuale, si confida che il consorzio possa presto rivestire il ruolo di un embrione di quel cluster marittimo da più parti invocato sul territorio, ma ancora indefinito. Insomma un vero e proprio think thank che possa contribuire fattivamente alle scelte strategiche della classe dirigente locale”.

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Ionian shipping Consortium

Taranto

Piazza Carbonelli 2/A - 74123 Taranto

  +39 099 4609497      +39 099 3789900    info@isctaranto.com

Brindisi

Vico Dè Lubelli, 8 - 72100 Brindisi

  +39 0831 523514

Contact us